Soluzione all’insegna della massima eleganza architettonica e della più elevata funzionalità grazie al sistema in prefabbricazione che dà risposta alle esigenze statiche della struttura.

Tradizione e innovazione convivono nella totale aderenza della soluzione proposta per la nuova barricaia alle esigenze della committenza e al loro impegno verso la qualità totale.

La cantina Donna Fugata di Marsala si sviluppa complessivamente su circa 3.200 mq e si articola su più livelli. Al piano interrato è collocata la nuova barricaia, realizzata con maglia strutturale 7x7, che ottimizza la gestione degli spazi di cantina e garantisce la portata di grandi carichi sovrastanti, mantenendo un’ideale climatizzazione.

I visitatori possono godere della vista suggestiva dell’elegante ambiente grazie a una passerella con balconata, in legno lamellare, collocata a livello intermedio, ammirando le leggere voltine e i capitelli a tulipano che incoronano i pilastri. In superficie, il nuovo reparto di imbottigliamento e magazzino, con struttura interamente in legno lamellare e copertura in coppi, nasce dal disegno che richiama un’architettura tipicamente siciliana.

7×7

la maglia del sistema costruttivo per cantine interrate utilizzato

Utilizzato per la prima volta proprio per la bottaia interrata di Donna Fugata, il sistema a maglia strutturale 7×7 m ideato da Moretti SpA possiede molteplici i vantaggi estetici e funzionali. Ai pilastri da 60 cm di diametro con capitello a tulipano poggiano le voltine ad arco, che fungono da solaio. Gli stessi pilastri, proseguendo, sostengono travi- solaio “Dallone“ a doppio appoggio, che assicurano grande portanza. Fra le voltine e le travi si crea una intercapedine con la funzione di “plenum” di aria, che satura l’intero spazio e, grazie alle griglie di ripresa poste al piede del pilastro, assicura una ideale climatizzazione dell’ambiente. Da un punto di vista strutturale, questa soluzione riequilibra le spinte sulle fondazioni, grazie anche agli appositi tamponamenti contro-terra realizzati.